Vai al contenuto

Da 0

Tutto inizia da 0
poi sogni
e arriva 1.
Con amici accanto
son sicuro che arriverà anche 2 e 3…

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Todo comienza desde 0
luego sueñas
y llega 1.
Con amigos al lado
estoy seguro de que también vendrá 2 y luego 3 …

Ferrara_1_DemostenesUscamaytaAyvar

 

 

Ho un debole – Tengo una atracción

Ho un debole per chi sa chiedere scusa
Ho un debole per chi parla con i fatti
Ho un debole per chi sta scalando a mani nude
Ho un debole per chi insegna con l’esempio
Ho un debole per chi ti sorride mentre prendi un caffè

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Tengo una atracción por quien sabe pedir disculpas
Tengo una atracción por quien habla con los hechos
Tengo una atracción por quien está escalando con manos desnudas
Tengo una atracción por quien enseña con el ejemplo
Tengo una atracción por quien te sonríe mientras tomas un café

 

Demostenes Uscamayta Ayvar

Lam Lam e Sesait_DemostenesUscamaytaAyvar

Me gusta

Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l’anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore.


Me gusta la gente que sabe escuchar el viento en su propria piel, sentir los olores de las cosas, capturar su alma. Aquellos que tienen carne en contacto con la carne del mundo. Porque ahí está la verdad, ahí está la dulzura, ahí está la sensibilidad, ahí todavía hay amor.
A. Merini.

Flavio Uscamayta y Celia Ayvar_DemostenesUscamaytaAyvar

Sentire

Sentire il battito del cuore
Sentire la tua luce e la tua ombra
Sentire parlare le farfalle
Sentire guardare il cielo le nuvole
Sentire i colori della tua anima
Sentire l’eco della tua voce
Sentire è ascoltarti

 

Demostenes Uscamayta Ayvar

Sentire_Ascoltare_DemostenesUscamaytaAyvar

El mundo da vueltas

Todos tenemos un pariente o un amigo que emigró.
No seamos indiferentes al hermano venezolano.

Peru_Venezuela

#NoIndiferencia #Peru #Venezuela #Bienvenidos

Zaino di parole – Mochila de palabras

Nello zaino porto queste sei parole
sento che posso andare ovunque
sento che perfino l’utopia è più vicina
domani forse aggiungerò altre parole
ma oggi il mio cuore rosso sente di avere altri 6 fratelli:
Consapevolezza
Concretezza
Collaborazione
Creatività
Coerenza
Costanza


En la mochila llevo estas seis palabras
siento que puedo ir a cualquier lugar
siento que incluso la utopía está más cerca
mañana tal vez agregaré más palabras
pero hoy mi corazón rojo siente tener otros 6 hermanos:
Conocimiento
Concreción
Colaboración
Creatividad
Coherencia
Constancia

Demostenes Uscamayta Ayvar

Con te – contigo

La primavera la riconosci dai fiori,

il cielo dall’immensità,

l’acqua dalla trasparenza,

con te, tutto è primavera, cielo e acqua


La primavera la reconoces por las flores,

el cielo por su inmensidad,

el agua por su transparencia,

contigo, todo es primavera, cielo y agua.

 

Demostenes Uscamayta Ayvar

 

Luna_DemostenesUscamaytaAyvar

 

Porterò – Llevaré

Nelle mie mani porterò
la tua mano morbida e sincera.

Nel mio cuore porterò
il tuo cuore rosso e combattente.

Nei miei occhi porterò
tuoi occhi trasparenti e carichi di futuro.

 


 

En mi manos llevaré
tu mano suave y sincera.

En mi corazón llevaré
tu corazón rojo y combatiente.

En mis ojos llevaré
tus ojos transparentes y repletos de futuro.

Demostenes Uscamayta Ayvar

 

Coerenza

COHERENCIA
Un vaso de agua para pocos

Peligroso, porque transparente

Voluminoso, porque fuente de luz

 

Demostenes Uscamayta Ayvar

El aeropuerto di Chinchero conviene solo a las transnacionales

El aeropuerto conviene solo a las transnacionales que se enriquecerán mas, ya sea en la construcción y luego con el monopolio de los servicios turísticos.
Daña la economía del turismo; la tipología de turistas que llegarán serán de “tocada y fuga”, habitualmente están pocos días, 5 ò 6 se hospedan en grandes hoteles y con un servicio limitado para ver solo dos o tres cosas y así coleccionar un país mas, y derrepente hablar mal, puesto que el único metro de juicio será siempre su casa, el occidente. Este tipo de turismo no ayuda a los artesanos, a los mercados, a los medios y pequeños hoteles y mucho menos a las agencias de viajes locales.
Hasta ahora un filtro para este tipo de turistas ha sido Lima y quien decidía venir al Perú, al Cusco necesariamente tenia que estar al menos 10 días.
El turista que tenemos que atraer es ese que viaje por nuestro Perú, mínimo 15-20 días, que conozca nuestras tradiciones, nuestra cultura, en este modo de regreso en su país podrá ser un promotor de nuestra cultura de nuestro Perú y al mismo tiempo habrá hecho girar la economía es mas lugares.

Daña nuestra salud, nuestro medio ambiente. Basta analizar datos para darnos cuenta que ya ahora los casos de cáncer al pulmón a las vías respiratorias han aumentado vertiginosamente y nuestro sistema sanitario no es gratuito…
Con el aeropuerto ganan solo los potentes y corruptos, Pierde nuestra salud, nuestra economía local, nuestra cultura, nuestra pachamama.

#Cusco #LoveCusco #Chinchero #NoAeropuerto #NoMasCorrupción
#Peru

chinchero

Caffè eritreo…

Un saluto a tutte le persone che celebrano il Natale Copto Ortodosso. (calendario giuliano)
Un saluto al popolo eritreo, alla sua forza, al suo coraggio e alla sua generosità.
…che sia Natale o qualsiasi giorno, che tu sia eritreo o straniero sarai sempre invitato a prenderti il bun (caffè), è una cerimonia quotidiana, un premio giornaliero, anche se a volte bisogna fare chilometri per prendere l’acqua, il bun si prende sempre, che faccia caldo o freddo, al mare o negli altopiani, che ci sia la tormenta d’acqua o di sabbia, che si festeggi una nascita di un bambino o che si pianga il parente o l’amico scomparso o chi che non c’è la fatta attraversando il deserto o il mare di Sicilia, il caffè si prende sempre… si prende tre o quattro volte, in realtà sono livelli di confidenza, (awel, kala’i, bereka e bereja) tutti attorno al fornello di carbone ci si ferma un momento, per guardarsi, per parlare e ascoltarsi, per gioire o piangere, ma soprattutto per darsi dei buoni propositi per la giornata, per l’anno corrente, per la vita…

Sembra che il caffè abbia il potere di sciogliere e di rinvigorire la dura corteccia degli eritrei, la magia di unire, di purificare, di santificare, di riconciliare, di pianificare, di elaborare il lutto, di scoprire e di sognare. Sembra che il bun tenga in piedi un bellissimo popolo, quello eritreo.

Nella foto, L, sua figlia S e il bun. Ghinda. Eritrea.
Foto: Demostenes Uscamayta Ayvar
#NataleOrtodosso #Eritrea #NoFilter #Caffè #Coffe #Cafè #Bun #7g eritrea_08_dua_0604_v2

Basta ai paradisi fiscali

paradisifiscali_lingue

Questa immagine costituisce un contributo al “Tax Justice Blogging Day”, una giornata internazionale di sensibilizzazione sulle tematiche di giustizia fiscale coordinata in Italia da Oxfam.

#TaxJustice

Un Grazie a gli amici per la traduzione a: Federico Spadini, Sorour Slimane, Paolo Pezzati, Costanza Mattesini.

Terremoto in centro Italia

C’è bisogno di aiuti concreti da parte di tutti per far fronte all’emergenza.

45500_SegniConcreti

Segui gli aggiornamenti su questo link >>>

Peppino Impastato – C’è un’Italia migliore

PeppinoImpastato_2015

Tra la casa di Peppino Impastato e quella di Gaetano Badalamenti ci sono cento passi. Li ho consumati per la prima volta in un pomeriggio di gennaio, con uno scirocco gelido che lavava i marciapiedi e gonfiava i vestiti. Mi ricordo un cielo opprimente e la strada bianca che tagliava il paese in tutta la sua lunghezza, dal mare fino alle prime pietre del monte Pecoraro. Cento passi, cento secondi: provai a contarli e pensai a Peppino. A quante volte era passato davanti alle persiane di Don Tano quando ancora non sapeva come sarebbe finita. Pensai a Peppino, con i pugni in tasca, tra quelle case, perduto con i suoi fantasmi. Infine pensai che è facile morire in fondo alla Sicilia.

(Claudio Fava, Cinque delitti imperfetti, Mondatori 1994)

1 maggio

Viva il 1° maggio

Viva #1maggio #primomaggio #PierangeloBertoli

L’Italia d’oro – Pierangelo Bertoli

Racconteranno che adesso è più facile
che la giustizia si rafforzerà
che la ragione è servire il più forte
e un calcio in culo all’umanità
Ditemi ora se tutto è mutevole
se il criminale fu chi assassinò
poi l’interesse così prepotente che conta solo chi più sterminò
Romba il potere che detta le regole
cade la voce della libertà
mentre sui conti dei lupi economici
non resta il sangue di chi pagherà
Italia d’oro frutto del lavoro cinta dall’alloro
trovati una scusa tu se lo puoi
Italia nera sotto la bandiera vecchia vivandiera te ne sbatti di noi
mangiati quel che vuoi fin quando lo potrai
tanto non paghi mai
Tutto si perde in un suono di missili
mentre altri spari risuonano già
sopra alle strade viaggiate dai deboli
la nostra guerra non si spegnerà
E torneranno a parlarci di lacrime dei risultati della povertà
delle tangenti e dei boss tutti liberi
di un’altra bomba scoppiata in città
Spero soltanto di stare tra gli uomini
che l’ignoranza non la spunterà
che smetteremo di essere complici
che cambieremo chi deciderà
Italia d’oro frutto del lavoro cinta dall’alloro
trovati una scusa tu se lo puoi
Italia nera sotto la bandiera vecchia vivandiera te ne sbatti di noi
mangiati quel che vuoi fin quando lo potrai
tanto non paghi mai
Fratelli d’Italia, l’Italia s’è desta
dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa

 

L’indifferenza è un crimine.

Un mondo differente non può essere costruito da persone indifferenti.
(Peter Marshall) #Lampedusa #SafePassage #EU #AdessoBasta #SegniConcreti

LIndifferenzaeUnCrimine_OK

#LasBambasNoVa

PERU, no voltees las espaldas a tu tierra a tu futuro…
#LasBambasNoVa #Peru #Ambiente – Video >>>

LasBambasNoVa

Referendum. Io voto SI

Questo 17 aprile 2016, io voto SI.
#Referendum #VotoSi

Referendum_17Apr16

 

Immagine

Migrante

SegniConcreti_Migrante

La guerra in Siria – cerchiamo di capire i perché… – tratemos de entender…